Collection Sandretto Re Rebaudengo: Maurizio Cattelan

Maurizio Cattelan – Bidibidobidiboo – 1996 – Courtesy Collezione Sandretto Re Rebaudengo

 Il capino appoggiato al minuscolo tavolo di formica, la pistola (anch’essa minuscola) sul pavimento: perchétanta disperazione? È stata forse una mancanza di noci? O forse questo Bidibidobidibooè un pezzo più personale?  I piatti sporchi del minuscolo lavello, lo squallore generale (una fedele ricostruzione dell’appartamento di Cattelan) rimandano ad una devastante  perdita di speranza nella vita. Certamente in una vita migliore… Se questo è il caso, lo scoiattolo suicida non aveva scelta: era in tutto e per tutto imbalsamato…
Il pezzo è di proprietà della torinese Patrizia Sanderetto Re Rebaudengo, che incominciò a collezionare opere di Maurizio Cattelan all’inizio degli anni Novanta. Che come si saràormai capito, l‘Italian bad boy è il protagonista di questa piccola ma interessantissima mostra alla Whitechapel Art Gallery di Londra. 

Oltre allo scoiattolo, sette altri pezzi tra cui Lullaby, un borsone blu pieno di detriti appoggiato al muro; una stella cometa  al neon in cui al centro è  il logo delle Brigate Rosse; un tappeto circolare riproducente l’etichetta del Bel Paese il famoso formaggio, su cui pende Untitled(2009), una mano col dito medio ben alzato, la versione miniaturizzata di quella davanti alla Borsa di Milano. Sono alcune tra le prime  opere di Cattelan. Opere conosciute ai più, ma che raramente si ha la possibilità di osservare dal vivo, e certamente di rado a Londra. Ed è compito dell’osservatore fare le dovute connessioni storico-politiche, connessioni  che raccontano più di una ‘Povera Patria’ che di un Bel Paese. Che il sacco di detriti non è qualcosa dimenticato dal personale delle pulizie, ma contiene le macerie dell’attentato mafioso al PAC di Milano del 1993, che Cesena 47 – A.C. Forniture Sud 12 (2nd half-time), e’ una satira sulle tensioni razziali di un Paese che non sa scendere a patti con una realtà multiculturale.
Lo stesso pupazzo sospeso a mezz’aria non è altro che una statua di cera  dello stesso Cattelan. con addosso l’iconica giacca di feltro grigio di Joseph Beuys. Ma le dimensioni ridotte del pupazzo e il fatto che sia appeso come la vittima impotente di qualche tiro mancino ad opera di qualche ragazzino maligno, basta a spogliarlo dell’eroico idealismo di Beuys e a renderlo pateticamente comico.
Ma come Hirst per l’Inghilterra, anche Cattelan ha bisogno del contesto italiano per risonare in pieno e questa mostra non è avara di informazioni che permettano  al pubblico inglese (in genere poco informato sulle realtà politiche altrui) di apprezzarlo in pieno.  Nonostante ciò è una buona introduzione al soggetto…

Londra // fino al 2 dicembre 2012
Collection Sandretto Re Rebaudengo: Maurizio Cattelan
a cura di Achim Borchardt-Hume, Kirsty Ogg e Francesco Bonami
WHITECHAPEL
77-82 Whitechapel High Street
+44 (0)20 7522 7878
info@whitechapelgallery.org
www.whitechapelgallery.org

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...