Guardiani. Fotografie di Davide Pizzigoni

3 dicembre 2011. Ebbene sì, finalmente una mostra dedicata non alle opere di un’artista o di un movimento artistico, ma a chi nei musei ci lavora nella più completa invisibilità: i guardasala, o custodi. O guardiani, come ci definisce il fotografo Davide Pizzigoni nella sua mostra fotografica al Museo Bagatti Valsecchi di Milano.

guardiani_bagatti-valsecchi_conferenza_stampa1-w600-h600

Frutto di un lavoro iniziato nel 2008, Guardiani. Fotografie di Davide Pizzigoni è una raccolta di immagini di guardasala di musei. Una ricerca che, dalla Francia all’Inghilterra, dalla Russia al Brasile e (naturalmente) all’Italia ha portato questo artista  (che oltre ad essre fotografo è pittore, scenografo e designer che vanta al suo attivo collaborazioni prestigiose sia con istituzioni europee del calibro del Teatro dell’Opera di Zurigo e lo Staatsoper di Vienna, che con marchi prestigiosi del mondo della moda e del design) a questa riflessione visiva “sugli esseri umani, sul loro rapporto con l’arte, sul dialogo misterioso e sempre affascinante tra luoghi, cose e persone.”

bta01806

Victoria and Albert Museum. 2011. Photo by davide Pizzigoni

Che la cosa che mi ha più colpita della mini-chiacchierata che ho fatto con Davide Pizzigoni quando l’ho incontrato per caso, mentre si aggirava con un grosso treppiede nelle gallerie britanniche del museo in cui lavoro quando l’ho avvicinato per chiedergli se aveva il permesso (perfotografare con li treppiede ci vuole un permesso speciale), è stata l’originalità del suo progetto. O meglio, del suo punto di vista che per una volta si rivolge a chi, come noi custodi (o gallery assistant, che in inglese suona quasi importante…) i musei li vive e li abita ‘nella prolungata consuetudine del quotidiano’ e che esplora con dolcezza e attenzione il suggestivo dialogo che si stabilisce tra lo spazio reale e quello abitato dal custode. Uno spazio diviso e con-diviso con le opere d’arte e gli oggetti in essi contenuti – si tratti di animali impagliati, interni decorati o installazioni di arte contemporanea. Oggetti che finiscono a volte con il diventare per noi custodi reali e tangibili come il pubblico che viene ad ammirali. Forse di più.

 

bta01807

Victoria and Albert Museum. 2011. Photo by davide Pizzigoni

Che chi, come me, fa questo lavoro finisce con il diventare parte dell’arredamento. Vediamo non visti, osserviamo inosservati, amalgamati, minetizzati con l’ambiente circostante come un camaleonte sulla roccia. Siamo trasparenti e questo non è sempre uno svantaggio, soprattutto per un’appassionata antropologa come lo ono io. Mi permette infatti di osservare indisturbata il mio prossimo  in azione come si osservano i pesci nell’acquario o (visto il comportamento animalesco di certi visitatori…) gli animali allo zoo. E poi scriverci poi sopra un post per il blog…

Guardiani.
Fotografie di Davide Pizzigoni
25 novembre 2011 – 5 febbraio 2012
Museo Bagatti Valsecchi, via Gesù, 5 – 20121 Milano
Da martedì a domenica, 13,00-17,45. Lunedì chiuso

Chiuso per festività: 7-8 dicembre, 25-26 dicembre, 1 e 6 gennaio

Annunci

Un pensiero su “Guardiani. Fotografie di Davide Pizzigoni

  1. Pingback: Camerieri, cuochi e valletti: le uniformi di Soutine a Londra | Vita da Museo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...