Imparare una nuova lingua cambia la divisione del lavoro del cervello

L’apprendimento di una nuova lingua da adulto altera la specializzazione dell’emisfero per la comprensione, ma non per la produzione.

Imparare una nuova lingua cambia la divisione del lavoro del cervello

Vivere nel rumore aumenta la possibilità di un declino cognitivo

Le persone che vivono in aree con alti livelli di rumore diurno hanno un rischio maggiore di sviluppare decadimento cognitivo e Alzheimer

Vivere nel rumore aumenta la possibilità di un declino cognitivo

Gli obiettivi di vita delle persone sono collegati alla loro personalità

Le persone formulano obiettivi personali coerenti con i loro tratti di personalità e i loro obiettivi sono correlati a come la loro personalità cambia nel tempo.

Gli obiettivi di vita delle persone sono collegati alla loro personalità

Teatro e Covid-19: 3 poltrone su 4 tagliate per il distanziamento sociale

La foto è stata al Berliner Ensemble di Berlino. Saranno così le nuove platee nell’era del Coronavirus, per rispettare il distanziamento sociale? E quali saranno quindi le prospettive di vita per i teatri più piccoli? Posti tagliati per garantire il distanziamento sociale, con una o due sedute vicine, così da soddisfare sia i singoli che…

Teatro e Covid-19: 3 poltrone su 4 tagliate per il distanziamento sociale

Disease X exhibition online version from the Museum of London

Like many other London museums, the Museum of London has shifted focus to bring first-class online content to visitors at home while our physical doors are closed. A primary strand of this digital programming is publishing objects and stories from some of the museum’s most popular exhibitions from both past and present. The latest instalment […]

Disease X exhibition online version from the Museum of London

Dai Musei Vaticani al Louvre, mostre e musei da visitare online — Uozzart

Dai Musei Vaticani di Roma alla Pinacoteca di Brera a Milano, dal Louvre di Parigi alla National Gallery of Art di Washington: dieci musei, in Italia e all’estero, da visitare comodamente dal vostro divano… Io resto a casa, certo, ma ciò non significa che si debba sacrificare arte e bellezza. E, grazie alla tecnologia, la…

via Dai Musei Vaticani al Louvre, mostre e musei da visitare online — Uozzart

A Joint Statement on the Coronavirus Pandemic

In Inghilterra i musei chiudono al pubblico e noi che ci lavoriamo dobbiamo reinventarci un ruolo diverso per far sì che il settore della cultura, già così fragile, sopravviva a questa catastrofe. Ci aspettano tempi difficili, ma l’arte e la cultura sono importantissimi per il morale e la salute mentale delle persone.

Front of House in Museums

A joint statement from FoHMuseums, Fair Museum Jobs and Museum Wellness

We urge museums and their associated organisations to give their unanimous support to the entire museum workforce at this critical time to ensure the long-term health and security of those working in museums.

We encourage museums to give their full support to their workers to ensure their risk to exposure is limited and the effects associated with actions to minimise the spread of Covid-19 are not contributing to the increased vulnerability of their livelihoods.

Not all museum workers are able to work from home, including those working in front facing roles this includes roles associated with keeping museums open to the public such as operations who are more important than ever to minimising the risk of contamination and maintaining the cleanliness of museums. FoH are exposed to the public and are less likely to be able to “work from…

View original post 303 more words

Toilet paper apocalypse

Il COVID-19 sta diventando la nuova peste mondiale. Il popolo inglese sembra aver completamente perso la caratteristica impertubabilità , lo “stiff upper lip”, per cui era famoso e la gente che qui in terra angla può ancora uscire, si scatena nella caccia ai beni non deperibili, come pasta, scatolame e carta igienica. Questa la scena al mio supermercato locale.

2020 ©Paola Cacciari1 (3)E visto che anche il gel disinfettante sembra essere scomparso dalla faccia della terra, non solo dalle farmacie, la gente si butta sulla vitamica C per rafforzare le difese immunitarie. E questa è la scena alla filiale di Gloucester Road della catena di farmacie Boots. La desolazione totale.

Visto che non possono contare su Boris Johnson e sul suo tirapiedi Dominic Cummings, i britannici fanno leva su una cosa che perfortuna non hanno ancora perso: il senso dell’umorismo…

2020 ©Paola Cacciari1 (6)

 

altri musei: Science Gallery London

Sullo spirito del proposito numero due del nuovo anno, cioè di allargare i miei orizzonti museali e visitare almeno alcuni altri dei musei di Londra che ce ne sono 50 ed io giro sempre tra gli stessi, durante il mio giorno libero sono andata alla Science Gallery London.

Inaugurata il 21 Settembre 2018 nella sede di London Bridge del King’s College, la galleria esplora le connessioni tra arte, scienza e salute. Inutile dire che non ne avevo mai sentito parlare fino a quando il nostro nuovo Capo di Dipartimento al Museo, che ne è stato il direttore (è un neuroscienziato) non ce ne ha parlato.
A differenza dello Science Museum di South Kensington, la Science Gallery non ha una collezione permanente; piuttosto offre un programma che riunisce ricercatori scientifici, studenti, comunità locali e artisti, in modo spesso innovativo. Ogni anno la galleria offre tre stagioni a tema che includono mostre, eventi, spettacoli, esperimenti dal vivo, discussioni aperte e festival, il tutto unito da un serio impegno scientifico.
La Science Gallery London fa parte del Global Science Gallery Network – che vedrà l’apertura o lo sviluppo di otto gallerie entro il 2020, collegando così ricercatori del King’s College London alle gallerie di tutto il mondo. Ogni Science Gallery (che ce ne sono già diverse da Dublino a Venezia a Melbourne) fornirà alla sua città natale una piattaforma per la ricerca e la sperimentazione dal vivo, nella speranza di ispirare le nuove generazioni di pensatori creativi.Ci sono molte organizzazioni culturali in tutto il mondo che lavorano per ispirare e coinvolgere le persone con un programma che fonde scienza, arte e tecnologia.

L’ingresso è gratuito, essendo Il progetto generosamente sostenuto da importanti finanziatori, tra cui la Wellcome Trust e Guy’s and St Thomas’s Charity. Ulteriori introiti ricavati dal noleggio dello spazio per eventi privati, caffè, negozi e locali, insieme a raccolta fondi e sponsorizzazioni, sono entrate extra per il museo.

Science Gallery London www.sciencegallery.com

2020 ©Paola Cacciari